Fancy in Fact #8 Scopriamo i Moeaki e l'isola delle meraviglie.

giovedì 12 giugno 2014 8 commenti:

Buongiorno dolcissimi readers! Da quanto tempo non pubblicavo Fancy in Fact??! Troppo! Si, mi è mancato XD mi sto sciogliendo da quanto caldo fa e questo clima tropicale mi ha fatto pensare a luoghi strambi. u.u Così eccomi qui, a condividere con voi i luoghi strani ma fantastici che sto per mostrarvi. Oggi faremo un salto in Nuova Zelanda per vedere delle rocce molto particolari, ma non ci fermeremo qui. Ho da mostrarvi un'intera isola, la più bella del Medio Oriente, unica e magica che vi sorprenderà! Siete pronti per questa avventura? Seguitemi!

Fancy in Fact
Rubrica nata su Reading with Love che vi mostrerà quanto la fantasia e la realtà siano a volte così vicine fra loro da incontrarsi, ogni settimana Fancy in Fact vi propone dei luoghi così bizzarri e particolari che sembreranno usciti da un libro. Un'interessante appuntamento all'insegna di natura, cultura, miti e leggende.

La spiaggia di Koekohe e gli strani massi Moeaki 

Avete mai fatto una bella passeggiata su una spiaggia piena di piccole, grandi ed enormi sfere? Oggi potete farlo! I massi Moeaki si trovano in Nuova Zelanda e sono delle perfette sfere di natura rocciosa disseminate sulla spiaggia di Koekohe. Sono delle rocce particolari, come potete vedere dalle foto, alcune superano addirittura i due metri di diametro (in media si aggirano intorno al metro) e vengono a pesare anche oltre le sette tonnellate.
Quelle frantumate somigliano quasi a delle gigantesche uova preistoriche, mentre quelle intere sembrano dei grossi gusci di tartaruga! Se ne contano oltre una cinquantina a Koekohe, e rendono la spiaggia senza dubbio molto particolare. C'è anche una leggenda Maori associata a queste rocce.
Alcuni credono che i massi siano collegati al naufragio della canoa Arai Te Uru, a seguito di una tempesta. Le sfere sono la trasformazione di ciò che trasportava la canoa, lo scafo è diventato una scogliera, la grande roccia il navigatore e molti altri elementi del paesaggio portano il nome dei membri dell'equipaggio e dell'onda che sommerse Arai Te Uru. Ovviamente la scienza la pensa diversamente: la struttura delle rocce ha iniziato a formarsi grazie al fango contenuto nel fondale marino. Più avanti, grazie al lavoro di erosione di acqua, vento e mare - dopo ben cinque milioni di anni - si sono cominciate a formare queste rocce perfettamente sferiche. Leggenda o scienza, quel che è certo è che la stranezza dei Moeaki dona a questa spiaggia un aspetto misterioso e suggestivo. Un altro posto da segnare nella lista dei luoghi da non perdere.

Le striature dei Moeaki li fanno quasi sembrare un guscio di tartaruga o un uovo di dinosauro!

Scopriamo l'isola delle meraviglie: Socotra. 

Le Moeaki potrebbero benissimo appartenere alla strana e incantevole isola di cui sto per parlarvi. Isolata dal resto del mondo e considerata l'isola più bella del Medio Oriente. Si trova al largo delle coste dello Yemen e offre un panorama surreale e magnifico. Nell'isola di Socotra le piante si sono evolute in varie forme bizzarre, alcune del tutto inesistenti nelle altre parti del mondo. Infatti, il 37% delle 825 specie di piante presenti sull'isola sono uniche al mondo! Circa 250 milioni di anni fa, quando tutte le maggiori masse del pianeta si sono unite - formando corpi sempre più massicci - e le prime forme di vita nascevano, Socotra sorgeva già come un'isola a parte. L'isolamento dalle altre masse terrestri ha portato l'isola a processi evolutivi di flora e fauna particolari e non diffusi sulla terraferma. Alcuni racconti parlano di Socotra come una terra magica, popolata da potenti stregoni in grado di rendere l'isola invisibile. Per sei mesi all'anno le isole sono effettivamente irraggiungibili a causa delle tempeste monsoniche. Come vi ho detto precedentemente molte piante presenti su quest'isola sono uniche e particolari. Una delle piante più caratteristiche è la Dracaena cinnabari, un albero a forma di "ombrello" dall'aspetto non poco strano. Una leggenda yemenita narra che la pianta sarebbe nata dal sangue versato da un drago durante il combattimento con un gigantesco elefante.
La sua linfa rossa veniva usata nell'antichità come medicina e ancora oggi viene usata per creare dei piccoli cristalli che possono essere utilizzati come colorante o addirittura come presunto afrodisiaco.
Altre stranissime piante sono: l'Adenium obesum (uno strano antenato dell'oleandro, dalla quale corteccia si ricavano arpioni letali per pesci e collane che i bimbi indossano come amuleti) la Punica protopunica (l'antenata del nostro attuale melograno) e il Boswellia socotrana l’albero dell’incenso, che produce resina commestibile. Masticando, l'incenso diventa gommoso, una specie di chewing-gum naturale!

Alcune piante di Socotra: l'Adenium obesum, la Punica protopunica e l Boswellia socotrana.


Ma di inusuale a Socotra non c'è solo la flora, troviamo infatti varie specie di strani animali, alcuni veramente unici e presenti solo sull'isola. Il Chamaeleo monachus si trova esclusivamente su Socotra, la gente del posto crede che questo camaleonte sia magico. Si dice che le persone che ascoltano il suo sibilo perdano la capacità di parlare. Un'animale che mi ha estremamente affascinato è stata la lumaca di terra, più che per il suo aspetto (simile più o meno a quello comune) è stato il suo comportamento a incuriosirmi. Queste lumache si arrampicano sugli alberi per sfuggire al caldo e ai coleotteri, purtroppo però così facendo sono esposte agli uccelli affamati. Approvo la scelta di queste piccole bavose, diciamo che fra caldo più coleotteri affamati e solo uccelli affamati opterei per la seconda. Ok no, forse lo dico solo perché sto morendo di caldo. - fine delirio - Tante altre specie sono presenti su questa magica e splendida isola, Socotra è senza ombra di dubbio un posto magnifico e da visitare. Da poco è anche possibile farlo, si sta aprendo piano piano al turismo (sperando che questa cosa risulti solo positiva). E come si legge anche nel sito Socotra Island, che organizza viaggi indimenticabili su quest'isola, Socotra non è luogo per turisti, ma per viaggiatori incalliti! Bene miei cari viaggiatori incalliti (che volate sia con la fantasia che non) cosa ne pensate di questo piccolo paradiso?

Chamaeleo monachus, le lumache di terra al riparo su un albero e un granchio d'acqua dolce.

8 commenti:

  1. Che mondo meraviglioso, quest'isola! Gli alberi a forma di ombrello mi piacciono tantissimo! Così come mi incuriosisce molto quel camaleonte magico! *__*
    Poi quei massi...sembrano vere e proprie uova! Perché no?! Magari sono uova di drago! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà :D io sono convinta che SONO uova di drago u.u

      Elimina
  2. Mi mancava questa rubrica!! Mi sono convinta che i massi Moeaki siano delle uova, dai, è palese!! (Sì, Giulia, sogna, i draghi non esistono) Stessa cosa per la Dracaena cinnabari, che ho sempre chiamato "l'albero del sangue di drago" senza sapere da dove venisse. Mi hanno molto interessato entrambi i posti, sembrano magici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah si, saranno sicuramente uova di drago u.u sembrano davvero magici :D chissà magari qualcosa di magico c'è!

      Elimina
  3. Wow. Fantastico *_______________*
    adoro questa rubrica! Sto scoprendo tanti bei post di cui non sapevo nemmeno l'esistenza!

    RispondiElimina
  4. Oddio, io non conoscevo neanche questo posto! Ma è meraviglioso *.*

    RispondiElimina
  5. Uova di drago, sangue di drago..non è che per caso da quelle parti è passata Daenerys con i suoi tre draghetti? *vaneggiamento di una fan di GoT* xD
    Comunque, vorrei andarci a vivere sull'isola di Socotra, sembra un posto magico *.*
    Bellissima rubrica Leb ^-^

    RispondiElimina