Intervista + Giveaway Guilty Pleasure di M. Samà e L. Valle

giovedì 10 luglio 2014 20 commenti:

Buon pomeriggio readinglovviani! Vi ricordate che vi avevo detto di avere una bella sorpresa per voi? Ebbene eccomi qui per mostrarvela! Vi ho già parlato di Guilty Pleasure di Marcella Samà e Ludovica Valle, un libro che mi è piaciuto tantissimo. Potete trovare la mia recensione a questo link e anche un piccolo estratto qui. Oggi non solo ho avuto il piacere di intervistare queste bravissime autrici ma ho anche quello di far partire qui su Reading with Love un Giveaway che vi regalerà ben due copie del libro. Curiose? Allora correte a leggere e partecipate al GA! :D


ATTENZIONE: Il Giveaway si trova alla fine del post, non dimenticate di compilare il form!


Intervista a Marcella Samà e Ludovica Valle autrici di Guilty Pleasure

Diamo il benvenuto su Reading with Love a queste due bravissime autrici che oggi ci racconteranno qualcosa di più sul loro romanzo, vittime delle mie domande da curiosona! Cominciamo :)

Cosa vi ha spinto a scrivere un libro insieme?

Sarà una risposta banale ma il caso. Ci siamo conosciute quasi 10 anni fa su un gioco di ruolo online gestito da una amica comune. La prima impressione è stata che non saremmo mai andate d’accordo, siamo due persone all’apparenza con nulla in comune. Sei mesi dopo, complice scoprire di abitare a 15 minuti di auto l’una dall’altra, pianificavamo storyline sempre più complesse e articolate da far condividere ai nostri personaggi. Dopo un po’ ci siamo dette “perché non creare qualcosa di originale?” più per gioco che come progetto editoriale. Dopo una serie di false partenze ci siamo innamorate dell’idea di Ian, Zara e Duke e da lì è scaturito tutto il resto.
Su un gioco di ruolo online? Sarà un caso ma anch'io vado pazza per i giochi di ruolo online. :P E' un'incontro davvero particolare, sembra proprio che il destino abbia messo del suo per unirvi in questo progetto editoriale. Per quanto riguarda Ian, Zara e Duke...io li adoro!

E' stato complicato scrivere a "quattro mani"? Cosa vi ha lasciato questa esperienza?

Scrivere a quattro mani non è stato complicato, anzi. L’unica cosa che ci viene da dire è che ci siamo trovate. C’è un’analogia che ci piace usare: Marcella costruisce il palazzo e Ludovica lo arreda. Il nostro processo creativo è piuttosto semplice ognuna di noi appronta il capitolo poi lo passa all’altra che ci mette del suo e te lo ridà, finché passaggio dopo passaggio le vicende prendono una forma sempre più corposa e vicina a quello che avevamo immaginato nelle nostre testoline. In risposta ad un commento alla recensione hai scritto "Le autrici di GP sono tantissimo in sintonia e si nota”. Questa è una cosa che ci fa molto piacere, man mano che andavamo avanti con la stesura di Guilty Pleasure ci siamo chieste più di una volta cosa avessimo scritto individualmente e cosa no. Sono davvero pochi i punti che, rileggendo adesso, possiamo dire con certezza siano stati scritti da una piuttosto che dall’altra.
E' vero, come ho già detto, dal romanzo si nota moltissimo la vostra sintonia. Se non l'avessi saputo non avrei mai detto che è un romanzo scritto da due persone distinte. E concordo anche sul fatto che sono davvero pochissimi i punti in cui si nota quella lievissima diversità, avete fatto un ottimo lavoro! :)

In Guilty Pleasure parlate anche di temi importanti, come è nata l'idea del romanzo?

Dai personaggi e da un pranzo a casa della nonna di Ludovica: avevamo Ian, Duke e Zara, le linee guida dei rapporti che li legavano e una trama che non aveva nulla a che vedere con quella di Guilty Pleasure. La scaltrissima nonna, oltre a prepararci un piatto di fettuccine da leccarsi i baffi, s’è messa a disperare pettegolezzi familiari con la naturalezza di un reporter consumato, così siamo venute a sapere di Emma (la nonna del nonno di Ludovica o qualcosa di simile) che, nella campagna romana di fine 800, aveva dato alla luce una figlia illegittima cresciuta poi dai genitori come sua sorella. Al caffè la nostra fantasia è partita in quarta e sappiamo tutti come è andata a finire.
Ok, la nonna di Ludovica oltre ad essere un'ottima cuoca è un genio. :D Da questo spunto sono nati personaggi fantastici e una storia assolutamente da leggere, la vostra fantasia ha seguito la giusta via!

L'idea di base è rimasta invariata o è mutata nel tempo? Ad esempio mi piace moltissimo
che la narrazione si divida tra presente e passato e che si soffermi su tutti i personaggi,
è un'idea che avevate fin dall’inizio o è nata più tardi?

Le vicende di alcuni personaggi sono rimaste invariate e per altri, primo fra tutti Duke, sono cambiate talmente tanto da risultare irriconoscibili. Quello che non è cambiato è la caratterizzazione di base, ma gli eventi sono stati modificati in modo da permettere ai personaggi di evolversi e non rimanere macchiette. Il lasciare parlare i personaggi è sempre stato nei progetti, idem i salti temporali. La vera difficoltà è stato legare presente e passato. Il fatto che il libro all’inizio sia confusionario e non si capisca bene dove voglia andare a parare è voluto, i personaggi non sanno che fine abbia fatto Ian e il lettore è lì, al Rocket, in mezzo a loro, a domandarsi che fine abbia fatto l’idiota e a distrarsi per non pensare al peggio.
Immagino la difficoltà di legare tra loro presente e passato, a voi è riuscito egregiamente. Ho letteralmente ADORATO la scelta di dare uno spazio a tutti, è impossibile non affezionarsi così ai vari personaggi. Anche le scene volutamente "confusionarie" dell'inizio poi diventano chiarissime, leggendo mi sono sentita "parte del romanzo" ed è stato fantastico!

Tutti i personaggi hanno un loro spazio all'interno del libro,
ce n'è uno in particolare a cui vi siete particolarmente affezionate?

DUKE! DUKE! (coff coff è Marcella a parlare qui). Ok, ammettiamolo, Duke (David è un nome che è stato aggiunto dopo, in omaggio a David Bowie che, in una delle sue varie rock persona, è stato per l’appunto il “thin white duke”. Tutti i nomi dei membri della band sono omaggi ai nostri miti musicali) nasce come sfogo di tutte le velleità artistiche di Marcella. Ha il mio voler essere perfezionista, il mio cercare di sistemare i problemi di tutti, tutto portato all’estremo e dotato di carisma, di un carattere estremamente estroverso e della capacità di trasformare velleità in doti reali. Ovviamente una volta deciso di rendere Guilty Pleasure non un sogno nel cassetto ma un progetto reale, in maniera violenta e dolorosa, è dovuta intervenire Ludovica. Immaginatevi il mare cristallino della Calabria in piena estate, immerse in acqua, e l’elenco sistematico di quello che non funzionava e andava cambiato. Personalmente (ed è sempre Marcella che parla), devo dire grazie a quella seduta di botte metaforiche a cui sono stata sottoposta. Duke come personaggio ne ha solo giovato, diventando una persona vera in cui tante doti, rimaste invariate, hanno dato però spazio a tanti difetti, facendomelo solo amare di più. A prescindere dal caso Duke però tutti i personaggi hanno un pezzetto di noi che ce li fa amare, chiedere di essere legate più ad uno piuttosto che all’altro sarebbe come chiedere ad una madre chi preferisce tra i figli. Il che non so se ci rende estremamente masochiste o cosa. Io (Ludovica) posso dire però che ho i capelli rossi di Ian (anche se ahimè li tingo, il castano rame originario è stato invaso da una valanga di capelli bianchi), la magrezza e il vizio di prendere a legnate i fidanzati poco scaltri di Zara, l’amore viscerale per la musica di Duke, la pazienza di Lou, l’insicurezza di Kate, l’odio per lo svegliarsi presto di Kurt e il sarcasmo di Emma. Mary purtroppo è una persona troppo carina per condividere qualcosa con la sottoscritta :P
Fantastica questa cosa che tutti i personaggi hanno i nomi dei vostri artisti preferiti :D davvero stupenda! Anch'io ho adorato Duke, è un personaggio troppo bello. Anche se, come sapete, più di una volta l'avrei preso a schiaffi u.u E' bellissimo leggere che ognuno ha una caratteristica che vi appartiene :D

La storia dei Guilty Pleasure è senza dubbio affascinante,
vi siete ispirate a qualche gruppo reale o è nato tutto solo dalla vostra immaginazione?

Immaginazione e basta. Potrei citare innumerevoli influenze (è Ludovica che parla ora) ma quello che più mi premeva era allontanarli dal trend glam che è stato tanto rappresentato nel cinema e nella letteratura e che comunque poco si prestava all’idea di avere un gruppo dal doppio vocalist. I Guilty pleasure sono una band progressive rock, sono partita dai King Crimson nell’ immaginarli, anche se, ora come ora non riuscirei ad associarli a nessuno in particolare.
Una domanda un po' particolare, so che è una domanda difficile a cui rispondere, soprattutto senza fare spoiler. Ma credo che a questo punto abbiate capito quanto sono curiosa, quindi...provateci :D

Il finale mi ha colpito e mi è piaciuto molto, sinceramente mi aspettavo tutt'altro ma sono rimasta piacevolmente sorpresa. Però mi sono chiesta: pensavate di farlo finire così fin dall'inizio o c'è stato qualcosa che vi ha fatto cambiare idea durante la stesura?

Si e no. La vicenda di Ian era segnata dall’inizio. La casa di cui parla e in cui si chiude nella prima scena è metafora stessa del libro e di cosa tutte le 290 pagine ti raccontano. Diciamo che la piacevole sorpresa vuole essere un po’ il nostro messaggio a determinate situazioni, un’evoluzione della vicenda che si, arriva inattesa, ma speriamo mai forzata. La vicenda di Duke, che un po’ si contrappone, è frutto delle scudisciate in spiaggia e della serie di trama e complotto che ne è scaturita.
Ahahah non posso soffermarmi troppo su questa risposta perché io sicuramente gli spoiler li farei uscire a valanghe XD Però sappiate che ho apprezzato al cento per cento le vostre scelte, hanno dato quel "qualcosa in più" al romanzo, diciamo che le scudisciate a volte servono XD

C'è qualcosa che volete dire a tutti i futuri lettori di Guilty Pleasure?

Di cercare di capire che cosa volevamo dire con il finale. Di cercare di capire perché lo abbiamo fatto finire così. Di parlarci e farci sapere che cosa hanno visto in quello che è stato spiegato e che cosa hanno visto in quello che è lasciato all’immaginazione. Se pensate che il finale riguardante Duke noi, che lo abbiamo scritto, lo vediamo in due maniere completamente diverse… (quest’ultima frase è spoilerosa? che dici?)
Direi che a questo punto chi ci legge si ritroverà in un rush di curiosità mista euforia XD Siete state bravissime a rispondere alle domande senza spoilerare (io mi sarei lasciata prendere dal fangirleggio spudorato) ma comunque facendo fuoriuscire l'essenza di Guilty Pleasure. :) Un'ultima domanda.

Avete in mente altri progetti da sviluppare insieme o individualmente,
qualche romanzo ancora chiuso nel cassetto? Su quale genere vi soffermerete?

Abbiamo una serie infinita di progetti da sviluppare a quattro mani nel cassetto. Alcuni hanno già storyline messe su carta, capitoli accennati, altre sono semplici fantasie, dei generi più variegati. Un fantasy classico, uno steampunk, una serie di racconti dai personaggi intrecciati… il progetto più concreto al momento è una trilogia urban fantasy, vedremo che ne verrà fuori.
Fantastico, non vedo l'ora di leggere di nuovo qualcosa di vostro, e manco a dirlo la cosa mi incuriosisce parecchio XD Vi ringrazio per aver sopportato le mie curiosità! Su RWL siete sempre le benvenute. :)
Grazie ancora a te della disponibilità che continui a dimostrarci, e direi proprio che continueremo a bazzicare il tuo blog. Per un nuovo romanzo XD cercheremo di fare presto, siamo un po' persone dai tempi biblici ma stiamo cercando di mobilitarci. Intanto se ti andasse di leggerlo nella prossima collezione di racconti che Lettere Animate sta per far uscire (Aquarium) c'è anche un nostro racconto.
Non mancherò, leggerò sicuramente il vostro racconto, anzi...non vedo l'ora! ^-^

Vuoi vincere Guilty Pleasure? Partecipa al Giveaway, in regalo due copie!

Partecipare è semplicissimo, vi basterà compilare il form sottostante compilando le seguenti opzioni per sbloccare tutti i punti extra!
- Diventare Follower di Reading with Love
Per diventare follower vi basterà cliccare il pulsante "unisciti a questo sito" nella sidebar alla vostra sinistra.
- Inserire il tuo indirizzo email
L'indirizzo servirà per contattarvi in caso di vincita quindi utilizzate un indirizzo che controllate spesso.
- Commentare il post
Questa opzione serve per confermare la vostra partecipazione :)

Vi ricordo che, se compilate tutte le opzioni, accumulerete molti punti extra che aumenteranno la vostra % di vincita. Alcune opzioni inoltre possono essere compilate una volta al giorno: più punti = più possibilità di vittoria!

Verranno estratti due vincitori che riceveranno un ebook a testa!
direttamente sulla vostra email dalle autrici!




a Rafflecopter giveaway

20 commenti:

  1. Partecipo molto volentieri!^^ Mi ispira molto la trama e la tua recensione mi ha fatto incuriosire ancora di più!^^

    RispondiElimina
  2. Grazie per questa fantastica occasione! Quest'intervista mi ha incuriosito molto e fatto scoprire dettagli della scrittura a quattro mani di cui non ero a conoscenza. :D

    RispondiElimina
  3. partecipo molto volentieri la trama mi piace tantissimo e anche l'intervista è stata bella :D non conoscevo questo libro ma ora voglio leggerlo <3

    RispondiElimina
  4. Partecipo molto volentieri ^_^ la trama sembra molto interessante :D.

    RispondiElimina
  5. Interessante la storia a quattro mani, i nomi degli artisti preferiti... e... Partecipo! :)
    Grazie per l'opportunità! ** ♥

    RispondiElimina
  6. Partecipo sicuramente!!!! L'intervista mi ha incuriosito tantissimo e mi piace l'idea dei nomi dei personaggi ^_^

    RispondiElimina
  7. Partecipooo ^-^
    Mi trovo proprio, come hai detto tu, in un rush di curiosità mista euforia! Mi piace tanto leggere le interviste che svelano a noi lettori i risvolti dell'arte dello scrivere, poi in questo caso ancora di più perchè le scrittrici sono due :)

    RispondiElimina
  8. Ma che splendida opportunità! Grazie a te e alle autrici!! Mi è piaciuta molto la loro intervista, sono molto simpatiche!!
    Ovviamente partecipo e incrocio tutte le dita a mia disposizione!! ^_^

    RispondiElimina
  9. Intervista molto simpatica. Partecipo volentieri!

    RispondiElimina
  10. Ciao, grazie al tuo invito su fb ho scoperto un interessante romanzo e un'altro fantastico blog, felice di seguirti e di partecipare a questo Giveaway. Complimenti! Una intervista davvero ben fatta. A proposito, ho condiviso il banner dell'evento sul mio blog "la bacheca dei libri" se ti va vieni a trovare :D

    RispondiElimina
  11. Ciao belllaaaaaaaaaa!waw..eccomi qui partecipo eccome!!..questo libro ha una trama interessante..e l'intervista è stata carinissima!!!..e poi mi incuriosisce molto un libro scritto a quattro mani!!!^_^..
    Corro a condividere!!!Un bacione...

    RispondiElimina
  12. Ciao :D Partecipo con piacere :D l'intervista è bellissima e ben studiata :D

    RispondiElimina
  13. bellissimo giveaway intervista fantastica e mi incuriosisce molto questo libro, la tua recensione poi mi ha incuriosita ancora di più e l'estratto era carinissimo, inserito nella mia lista dei desideri se non riesco a vincerlo lo acquisterò di sicuro

    RispondiElimina
  14. Partecipo ^^ sono molto curiosa di leggere un libro scritto a quattro mani e la trama sembra interessante, se poi tratta di musica rock è qualcosa di irresistibile!

    RispondiElimina
  15. partecipo mi ispira questo libro **

    RispondiElimina
  16. Partecipo molto volentieri....l'ntervista bella e divertente!!!

    RispondiElimina
  17. Grande Lebi, sono veramente curiosa di leggere questo libro, spero di vincere. Tra l'altro bellissima intervista, mi piace molto il fatto che hai commentato le risposte delle autrici. Continua così che sei in gambissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro <3 che bello leggere queste cose! *-* buona fortuna!

      Elimina